X-Fighters Riders

  • Red Bull X-Fighters Jams /
  • Past Seasons /
  • Stampa /
  • Community

Red Bull X-Fighters Roma: Adams vince alla notte dei record

Red Bull X-Fighters Roma: Josh Sheenan Oliver Shran / © RedBullXFighters.com

In 45.000 hanno assistito alla tappa dei record: pubblico più che raddoppiato, “trick” mai visti, il tracciato più grande con le sue 11 rampe di salto e la “grande tripletta”. Max Bianconcini, unico italiano in gara.

E’ lo statunitense Nate Adams il vincitore del Red Bull X-Fighters World Tour disputato all’Olimpico a Roma davanti a 45.000 spettatori, che ha visto la partecipazione dei 12 migliori rider al mondo nel motocross freestyle. Nate Adams, che con questa vittoria rafforza ulteriormente la sua leadership nella classifica generale, è salito sul gradino più alto del podio precedendo il norvegese Andre Villa e l’australiano Josh Sheehan.

Dopo la gara di Roma la classifica resta aperta e le prossime tre gare in Spagna, Polonia e Australia sono fondamentali per potersi aggiudicare il trofeo del Tour. Il vincitore della finale di Roma 2010, lo spagnolo Dany Torres, si è piazzato al quinto posto posto dopo una sfortunata caduta.

L’edizione italiana del Red Bull X-Fighters World Tour è stata caratterizzata da molti record: pubblico più che raddoppiato rispetto alla gara disputata 10 mesi fa al Flaminio; il più grande campo di gara di tutto il tour e per la prima volta all’Olimpico la possibilità di realizzare una linea di 3 grandi salti consecutivi, subito ribattezzati “la grande tripletta”. Lo stadio si è quindi trasformato in un grande laboratorio mondiale per il motocross freestyle del futuro, regalando al pubblico più esperto emozioni nuove e fortemente adrenaliniche. Le 11 rampe hanno costretto gli atleti a utilizzare i loro 90 secondi di gara con grande attenzione e velocità. Solo i due finalisti hanno potuto disporre di 120 secondi, ma quando ormai fatica e tensione erano in agguato.

Max Bianconcini, unico italiano in gara, ha lottato con tenacia senza poter salire sul podio. Il suo entusiasmo è  stato però sempre molto alto: “mi sono divertito moltissimo, impensabile fino a qualche anno fa solo immaginare di portare il Red Bull X-Fighters dentro all’Olimpico di fronte ad una marea di persone”.

Tra i 45.000 spettatori molti vip del mondo della musica e dello spettacolo, tra i quali Raoul Bova, che ha così commentato la sua esperienza: “il Red Bull X-Fighters è uno spettacolo emozionante, è la seconda volta che vengo ed è sempre un piacere. Voglio augurare un caloroso in bocca al lupo a Torres che si è infortunato”.

Erano poi presenti i Velvet, l'attore de "I Cesaroni" Ludovico Fremont, Grido dei Gemelli DiVersi che si è esibito live accompagnato del rombo della moto del campione del mondo di motocross Tony Cairoli, oltre ai protagonisti delle istituzioni, il Delegato alle Politiche sportive di Roma Capitale Alessandro Cochi e il sindaco Gianni Alemanno, che ha dichiarato: ”la città ha risposto in modo entusiasta a questa iniziativa molto apprezzata dai giovani, un evento che consolida la nostra immagine sportiva e organizzativa in vista del nostro progetto di ospitare a Roma le Olimpiadi del 2020, ed anche per questo abbiamo messo a disposizione la massima espressione dello spettacolo sportivo, lo stadio Olimpico”.

I prossimi appuntamenti del Red Bull X-Fighters World Tour sono a Madrid (15 luglio), in Polonia a Poznan (6 agosto) e poi in Australia il 19 settembre.
 

Dettagli Articolo