X-Fighters Riders

  • Red Bull X-Fighters Jams /
  • Past Seasons /
  • Stampa /
  • Community

Red Bull X-Fighters Roma: i risultati delle qualifiche

Nate Adams stacca dalla rampa per un backflip © S. Marko - redbullxfighters.com

I 12 rider impegnati nella tappa italiana del Red Bull X-Fighters World Tour si sono confrontati oggi pomeriggio all’Olimpico nelle qualifiche: decisi quindi i 6 piloti che questa sera avranno accesso diretto alla fase finale (Round 2) e i 6 atleti che dovranno invece gareggiare nel Round 1 per conquistarsi gli ultimi 2 posti disponibili nel Round 2.

I 6 piloti che hanno guadagnato le finali nel Round 2 sono: Dany Torres, Nate Adams, Eigo Sato, Andrè Villa, Adam Jones, Josh Sheehan. I 6 rider che si dovranno contendere invece i 2 accesi nel Round 1 sono: Javier Villegas, Blake Williams, Maikel Melero, Robbie Maddison, Massimo Bianconcini, Clinton Moore.

Tutti i piloti in gara hanno testimoniato che il circuito studiato per l’Olimpico è davvero impegnativo e che richiede un tasso tecnico molto elevato. E’ la prima volta che una campo di gara del Red Bull X-Fighters World Tour è allestito con ben 12 rampe da utilizzare nei 90 secondi a disposizione per ogni prestazione. Concentrazione e velocità sono due caratteristiche vincenti per ottenere un punteggio alto da parte dei 5 giudici internazionali, tra cui l’italiano Alvaro Dal Farra. Ma lo stadio Olimpico ha permesso d’introdurre anche un’altra novità: per la prima volta è stato possibile realizzare una “tripletta” di rampe in terra consecutive, che renderanno la lotta ancora più avvincente.

I piloti hanno affrontato i salti senza ancora svelare pienamente tutti i loro trick per non scoprirsi eccessivamente e non dare punti di riferimento agli altri concorrenti. La tappa di Roma è la terza del tour organizzato su 6 appuntamenti e quindi è fondamentale per affrontare nel modo migliore la seconda parte della stagione.

Oggi le prove sui salti in lungo (35 metri con una parabola di 50 metri) sono stati affrontati nel migliore dei modi, così come i salti che richiedono un’elevazione a 15 metri dal suolo. Stasera, di fronte alla folla dello Stadio Olimpico ci sarà anche la pressione del pubblico italiano e sotto le luci dei riflettori tutto diventerà molto più impegnativo.

 

null © S. Marko - redbullxfighters.com

 

 

 

Vuoi di più?

Dettagli Articolo